Please add sliding bar widget here...
 
Contattaci: +41 (0)91 911 88 03

servizi

Lafe

L’acquisto di abitazioni di vacanza da parte di stranieri è limitato dalla Legge federale “Lex Koller” (chiamata nel passato “Lex Fridrich”).
La Legge “LAFE” del 16 dicembre 1983 è una legge cantonale in applicazione della legge federale sull’acquisto di fondi da parte di persone all’estero. Pertanto quando si acquista un immobile bisogna avere l’approvazione “LAFE”. In pratica bisogna chiedere un’autorizzazione all’autorità cantonale. La procedura è complessa e si consiglia l’intervento di un avvocato locale. L’approvazione “LAFE”, da parte della autorità, può richiedere diversi mesi prima di essere accettata.

L’autorizzazione “LAFE” per l’acquisto di una casa di villeggiatura viene solitamente concessa se vengono rispettate le seguenti condizioni: la proprietà deve essere ubicata in una zona turistica, come definito dal Cantone, deve avere una superficie netta non superiore a 200mq (inclusa la cucina, ingresso bagno/i, piscina coperta, sauna, ma escludendo la cantina, i balconi e le scale) e il fondo non eccedere i 1’000mq.

Oltre a ciò sono imposti e seguenti oneri, da menzionare d’ufficio a registro fondiario:

–          Divieto di vendere per 5 anni a contare dall’iscrizione a registro fondiario

–          Obbligo di utilizzare il fondo acquistato per almeno due settimane all’anno

–          Divieto permanente di affittare con contratti di locazione di lunga durata (al massimo 10 mesi all’anno)

–          Obbligo di ottenere l’abitabilità dell’appartamento entro due anni dall’iscrizione del trapasso di proprietà a registro fondiario

–          Divieto assoluto di apportare modifiche ai piani presenti senza preventiva autorizzazione della scrivente Autorità

Come parte del processo della “LAFE”, uno straniero non residente deve mettere in evidenza “legami stretti” con il posto in cui si prevede l’acquisto. Una volta che il Cantone ha concesso l’approvazione, il permesso federale è in genere una formalità.

Solo le seguenti persone non sono soggette alla “LAFE”:

– i cittadini svizzeri, anche quelli con più nazionalità
– cittadini degli Stati membri della Comunità europea o dell’Associazione europea di libero scambio che hanno il domicilio legale ed effettivo in Svizzera.

– cittadini di altri paesi, con un permesso di residenza “C” in Svizzera.